Informazioni personali

La mia foto
Bologna, Italy
Ho 30-equalcosa anni, vivo a Bologna, mia città di adozione, assieme al mio compagno col quale ho messo su famiglia dall'agosto 2007 nonostante la legge non la pensi allo stesso modo. Per me questo blog rappresenta un palco virtuale da cui dar sfogo a pensieri, paure, desideri semi-inconfessabili e seghe mentali! Da qui mi aspetto la possibilità di confrontarmi con altre persone e prospettive...restate sintonizzati!

martedì 17 aprile 2012

Parassiti di stagione

Io una roba proprio non la capisco.
Riguarda tutta 'sta storia sui soldi pubblici ai partiti e che sta venendo fuori adesso che qualche tesoriere li ha scambiati per i risparmi sotto al materasso di sua nonna.

In pratica e per sommi capi: una volta c'era il finanziamento pubblico nudo e crudo.
Poi vennero i Radicali che, con l'intenzione di un salvifico repulisti dal cancro di Tangentopoli, indissero un referendum abrogativo e un casino di italiani si espressero per la sua abolizione.
La norma uscita così dalla finestra rientrò dal portone con una susseguente legge sui cosiddetti rimborsi elettorali che ha via via fatto aumentare, negli anni, i fiumi di denaro pubblico che arrivano nelle casse dei partiti.

Ora che il re è nudo grazie a un paio di tesorieri malandrini, i segretari dei maggiori partiti fanno una cosa straordinaria: ci parlano.
Ecco il punto: solo a me la ripugnanza delle parole di Bersani, Casini & Co. arriva dritta in faccia come un pugno a ogni ora di cena?
Cioè, questi spudoratissimi signori, solo adesso che sentono di essere messi alle strette, comunicano con gli elettori e scoprono parzialmente le loro carte dicendoci che NO, non si può eliminare il finanziamento pubblico ai partiti politici perché sennò in Parlamento finirebbero solo lobbistiche associazioni di super-ricchi.
Non contesto la possibilità che ciò sia vero, mi fermo a un gradino immediatamente prima: quindi ci stanno dicendo che ci sono decisioni che NON possiamo prendere? Stanno ammettendo che nel '94 ce l'hanno buttato spudoratamente al culo? Stanno sostenendo la legittimità di una loro avocazione sulle nostre idee e coscienze?

Ciò che vedo io in queste sere è proprio questo: un manipolo di zecche istituzionali (che nessuno ha mai eletto davvero, in una straordinaria sospensione della Democrazia nella quale da anni viviamo) che ci dicono che loro sanno meglio di quanto noi potremo mai capire, quanto è buono e dovuto il nostro sangue e che se tu scegli di non avercele sulla giugulare, per loro va bene... Tanto s'attaccano alle palpebre o nelle ascelle o fra le dita dei piedi.

Un sistema che non prevede la possibilità di prendere a schiacciante maggioranza certe decisioni e una casta che taccia ripetutamente con "populista", "giustizialista" e "antipolitica" ogni aspirazione democratica mi dà semplicemente il vomito ed è giusto che l'uno e l'altra siano abbattuti coi mezzi e la determinazione che ogni tempo mette a disposizione.
¡HASTA LA DIGNIDAD, SIEMPRE!

5 commenti:

condemi ha detto...

Come non essere d'accordo con quanto hai scritto? Solo chi fosse direttamente interessato al "bottino" potrebbe contestarti.Se la Margherita si è fatti solare 11 e più milioni senza essere più un partito ,immagino cosa ci sia nei forzieri di quelli che hanno ancora una loro denominazione! E poi ci stratassano la casa che abitiamo e che ci siamo comprata per non essere messi in mezzo ad una strada grazie all'equo canone di Berlinguer e Fanfani.Luigi43

Barone ha detto...

Purtroppo è proprio così: sono talmente spudorati, che ormai non si sforzano neppure più di chiamarlo rimborso elettorale, ma lo chiamano apertamente finanziamento pubblico ai partiti. Ieri sera ho sentito Bersani dire che era disponibile ad una ulteriore riduzione del finanziamento pubblico ai partiti... ma non lo avevamo abolito? Quale riduzione?
Che poi la rata "rimandata" di luglio è ancora del 2010: vogliamo parlare di quanti soldi ancora dovremmo dargli?
E, caso strano, in questo periodo di transizione che doveva servire ai partiti per fare le riforme necessarie al paese, non si sono messi d'accordo su nulla, non hanno fatto assolutamente nulla, sono rimasti immobili aspettando di vedere se il cadavere Italia passava sotto i loro occhi, ed ecco che improvvisamente su una cosa hanno tutti (o quasi) trovato un accordo in meno di due ore: il "rimborso elettorale" deve rimanere, ma siamo disposti a certificarlo eh? Ma dio santo, ma è già così, ma ci state a pigliare per il culo? Se io fornisco ricevute per 3 milioni di euro spesi, perchè me ne restituiscono 40? E' come se facessi un mutuo in banca perchè ho comprato casa per 300.000 euro e la banca me ne restituisce 3 milioni: ma compro casa subito, e senza che nessuno lo faccia a mia insaputa!
La verità è una sola: finchè non elimineremo dalla politica quel coacervo di privilegi inverecondi di cui gode, e non la ridurremo a qualcosa che comporta invece abnegazione e sacrifici, per quanto adeguatamente remunerati, non cambierà proprio nulla... ma questo, temo, non accadrà mai.

Hans ha detto...

anch'io sono d'accordo con quello che dici.. solo che ho il timore che quelli ci porteranno allo sfascio totale.. anche se non si va a votare, quelli se ne fanno una pippa...

Kike ha detto...

Sì, ma io gli isterici tribuni non li voto.Di quelli abbiamo avuto già esperienza; ahimè nefasta.
Sia messo agl'atti: o Rivoluzione o pippa ( per citare il commento precedente).Peraltro, in entrambi i casi me dice bene!
Ce sei mancato, pisè!

A. Oscar Carini Coop ha detto...

hai ragione tesò. sono tutti finti democratici, ma toccagli i loro interessi e sono peggio delle serpi in seno. il nostro sistema dovrebbe prevedere una difesa democratica dalle stesse istituzioni democratiche. ci vorrebbe una commissione dei sommi morali o qualcosa del genere...

per quanto riguarda il quid, io trovo che una soluzione tanto facile da sembrare imbarazzante, sia rendere il rimborso un rimborso. come in tutta la pubblica amministrazione, anzichè il forfait che è un furto, uno presenta un bel rendiconto e tu gli fai un rimborso spese no? ma possibile che ti devo dare un fracasso di soldi da investire nei cazzi tuoi? eppure io ricordo bene che dovevo presentare lo scontrino col panino e la bottiglia d'acqua. e me facevano storie se invece dell'acqua ci stava una birretta. invece i milioni di euro buttati vanno bene no?
ma li mortacci loro e delle loro mignottissime progenitrici. ecco

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails