Informazioni personali

La mia foto
Bologna, Italy
Ho 30-equalcosa anni, vivo a Bologna, mia città di adozione, assieme al mio compagno col quale ho messo su famiglia dall'agosto 2007 nonostante la legge non la pensi allo stesso modo. Per me questo blog rappresenta un palco virtuale da cui dar sfogo a pensieri, paure, desideri semi-inconfessabili e seghe mentali! Da qui mi aspetto la possibilità di confrontarmi con altre persone e prospettive...restate sintonizzati!

venerdì 11 dicembre 2009

Non solo Yogi e Bubu...

Non possiamo fare altro che arrenderci, gay discotecari, fashion-victims, pantofolai tutti supermercato e caminetto, anoressici per moda o costituzione, rinnegati, sbattuti, preti di questa e quella parrocchia. E si deve arrendere pure il meccanico con la passione per i pistoni e l'uOmo tutto giacca e cravatta, così come la papessa e lo shampista. Non c'è rimasta più trippa per gatti, solo il trippone degli orsi va a gonfie vele, si erge orgoglioso e ci guarda tutti dall'alto in basso. Per fortuna non giudica: in passato è stato troppo preso di mira da cacciatori non proprio benevoli nei confronti di tutta quella ciccia a profusione per mettersi a sedere oggi nella sala dei bottoni e delle nuove discriminazioni. Ma l'invasione è in atto ed è innegabile, una presa di potere calma e pacifica combattuta a suon di pasta al forno, cornetti alla crema, torte al cioccolato vanigliato e profitterol annegati nel fondente.
Non c'è disco, club, sede di associazione, sauna o trattoria gay-friendly che non abbia dovuto cambiare il proprio programma, privè, statuto o menù per far posto ai famigerati raduni dei meno checca fra le categorie gaie: gli orsi! Sono dappertutto, hanno serate che nelle grandi città come Milano, Roma e ultimamente anche Bologna riescono a coprire tutto l'arco settimanale, salvo poi autodefinirsi i meno clubbers tra i gay...e meno male!
Le serate ursine, bisogna ammetterlo, sono le meglio riuscite, le più affollate, le più simpatiche e goderecce sotto vari punti di vista. Puoi anche andare a ballare ogni sabato sempre nella stessa disco e credere di conoscerne a menadito gli anfratti e gli angoli più riposti ma, se ci rivai durante una serata bear, ti sembrerà sempre di arrivare in un posto nuovo. Via la pista, ne resta solo uno spigolo libero dai tavoli dell'enorme buffet, cubi spariti ("si sono magnati pure quelli?!?" ti chiedi appena entri), luci molto più potenti della solita penombra che favorisce la slinguazzata con il bel sconosciuto che ti balla accanto...eh no, se sei a una serata orsa c'è poco da fare, bisogna interagire anche a parole!
Forse è questa la vera rivoluzione che fa da bandiera ai nostri amici sovrappeso e che ballano con la stessa frequenza con cui si depilano: impongono agli altri, a tutti quelli che lo considerano un optional da lasciare a casa, di attivare il cervello e di saper mettere due frasi incolonnate.
A me piacciono gli orsi. Non fisicamente, ok, ma mi piace questo loro essere così autenticamente rivoluzionari nel rifiutarsi di aderire a delle sovrastrutture, di essere impeccabili e alla moda, nel fare della rudezza il loro marchio distintivo e del proprio sudore l'unico Zino Davidoff che mai metteranno sul collo.
Ma sono anche un vero democratico e quindi spaccherei la testa a tutti coloro che stanno appiattendo le varie categorie gaie esistenti fino a qualche anno fa sotto il peso (e che peso!), di quella orsa.
Sentir parlare certe finocchie mi manda in bestia: avere un pò di pancetta ormai basta a definirti "orsetto", se sei peloso, sei un orso non ci piove, sei maschile? non c'è dubbio sulla tua natura ursina, vesti come se l'armadio ti fosse precipitato adosso e tu ne fossi uscito vivo per miracolo con stracci a caso ad addobbarti? beh inutile dire che più bear di te neanche un grizzly lo è.. Ma che fine hanno fatto i leather/rubbers, i bikers, gli uomini con la pancetta, i daddies e i machi??? Tutte queste categorie avevano delle caratteristiche, magari una sola, in comune con gli orsi e, col tempo, sono stati fagocitati dall'intraprendenza di questi ultimi. La loro bravura a organizzarsi e farsi visibili con eventi ad hoc ha fatto fuori il resto dell'offerta libera e il mercato non è più concorrenziale.
L'altra sera mi è capitato di parlare con un amico e di sentirlo dire "Mi piacciono moltissimo gli orsi, mi fanno veramente impazzire! Ma....non quelli grassi, quelli mi fanno schifo.."!!!
Non credo che l'aver superato così tanto i contorni delle loro caratterizzazioni principali (grasso, pelo, socievolezza con gli altri e modi spicci nell'affronare le questioni) e l'essersi affermati come unico modello alternativo si risolverà in un vantaggio per la specie. Più probabile che li farà di nuovo bersaglio delle frecciatine malefiche di tutti quelli che, con un dizionario più povero perchè privo di termini adeguati a definire le altre categorie esistenti, continueranno a urlare nel frastuono della house "Mi piacciono gli orsi, ma solo quelli magri e definiti!", senza notare il grassone che gli sta accanto e che si offende un bel pò.

22 commenti:

Oscar ha detto...

praticamente l'unica serata orsa a cui sono stato ci sono stato con te, quindi non ho esperienza in merito, a parte una volta che a madrid abbiamo sbagliato locale...

non sono mai stato forte nelle classificazioni, ma mi diverte questa mania tutta gaia di dividerci per caste. e apprezzo le stesse tue cose negli orsetti.. tutto quel fashion mi nausea.

comunque è vero. a roma basta che ti fai crescere un centimetro di barba e sei orso.. allora lo sono pure io!

Tito ha detto...

vero Massi ormai il termine "orso" è diventato tutto l'opposto della frocia. Basta che non ti depili più le gambe e le ascelle per essere definito "orso". Io addirittura per un periodo m'ero illuso di abbracciare la filosofia orsa ovviamente alla ricerca di quei pelosi muscolosi testosteronici. Ma non essendo che una mazza con un po' di peli (rispetto a loro) non m'ha mai cagato nessuno. In quei momenti non ho mai avuto problemi di chili di troppo, anzi.

NoirPink - modello PANDEMONIUM ha detto...

Bellissimo post :-)

Purtroppo qui a Milano tra lo strapotere fighetto e la simpaticissima minoranza ursina noi "altri" fatichiamo un po' a sopravvivere eheh

Massi ha detto...

Oscar: la tua prima volta con me... sono commosso! ora capisco perchè ti tremavano le mani...credevo fosse emozione e invece era verginità!

Tito: diciamo no alla pelosità=ursinità! facciamo un partito anti-omologazione! viva la varietà di categorie!

NoirPink: ti capisco bene...prevedo che tra qualche annetto le parti saranno invertite e ci sarà la maggioranza orsa e la minoranza fashion-victim ma sempre pochissimo spazio per tutti gli altri..

ZURICANO ha detto...

No per carita'... gli orsi no. Ma non avete paura che vi possa succedere una cosa del genere?

http://www.gdp.ch/articolo.php?id=672.

Oscar ha detto...

:-) ma non erano le mani!!

Massi ha detto...

Zuricano: nooo, per fortuna i bears sono buoni in fondo in fondo... :)

Oscar: ah ecco, ora è tutto chiaro.. ;)

I'M SO GUY ha detto...

ehehh... Sono sicuro che siano davvero divertenti le loro serate!!! :) :) ... sempre di piu' delle serate gaiemodaiole ...tutte fatte di sguardi maligni... e lingue taglienti! ... :) buon sabato!

Pepito ha detto...

VIVA GLI ORSIII!!!

Massi ha detto...

Guy: sì infatti e si mangia pure bene! :) buon we!

Pepito: questo lo dici solo perchè sei sulla buona strada..se metti su un altro paio di chiletti..vedrai se non ti chiamaeranno il piccolo orsetto lavatore!

Enrico* ha detto...

Si mangia pure?? Bisogna che mi svergini... Cioè, nel senso... Bisogna che vada alla mia prima serata ursina!! :-)

findarto ha detto...

grassi, magri, pelosi e non, muscolosi...a me basta che non sei il sosia di quasimodo poi mi va bene tutto(sì sono uno molto esigente)

Enrico* ha detto...

Quasimodo il gobbo o Quasimodo il poeta?

Francesco Eftapelagos ha detto...

un mio amico è appassionato di orsi e mi ha fatto una testa cosi per spiegarmi che ci sono varie tipologie di orso, cioè quello glabro e tutta ciccia (se poi sta fra i 40 ed i 50 anni d'eta, è il suo tipo), quello muscoloso e peloso, quello solo peloso, quello peloso e rude (peloso ed effemminato mi inquieterebbe un bel pò...), e via di seguito... io appartengo a quella categoria di orsi che... non vorrebbero essere orsi da 98 Kg tra ciccia e pelo, ma magari tra muscolo e pelo... e comunque sempre un tantino rude (ho sangue greco nelle vene, sono RGC... Rude Geneticamente Certificato!!!)... e comunque sono un tantino un orso sfigato... due volte:
1° - devo cercare parecchio pé quarcuno che me si piji;
2° - la serata ursina al cassero è venerdì... ed io il sabato LA-VO-RO!!!!

Post Scriptum: e ti posso dire, che da rude, se molto arrapato... mi piace un casino acchiappare la gente dall colletto e.... ehehehehehehehehe.... ci siamo capiti, veeero???

Post Scriptum 2: il fatto che sono insonne non fa di me un ubriaco! :-p

Anonimo ha detto...

scusa.... ma mi sembra che il problema non siano gli "orsi" ma quelle altre 4 simil-Belen che per le troppe piastrature fanno confusione tra i concetti. Gli orsi hanno sempre mantenuto le loro caratteristiche. Ma se poi a me me va di chiamare orso un cavallo, il dissociato sono io, non loro. Quanto al fatto di fagocitare le latre categorie, non lo credo. Certamente gli "orsi" hanno avuto più coraggio a manifestarsi, e non ce ne vuole poi molto. Non siamo nel paese di Alice: le loro caratteristiche sono molto più maschili di quell'esercizto efebico che impiega più tempo a rifilarsi le ciglia che a leggere un libro, chiaro che siano generalmente più accettati/accettabili. Ti ci vorrei vedere ad andar in giro vestito da leather se non al pride...difficilino... Anche professarsi un daddy, ti creerebbe qualche problemuccio. Avanti che spieghi cosa intendi sei in galera per pedofilia.

la Nonna

Massi ha detto...

Francesco: secondo me anche il tuo amico è vittima di quel vocabolario scarso che ci ritroviamo oggi dalla quasi totale annientazione delle altre categorie oltre quella orsa...mi spiace per lui ma quello peloso e muscoloso o quello solo peloso e rude non sono tipologie ursine ma anzi il tentativo di costringere sotto una definizione aliena altri clichè umani.
Riguardo gli eisodi di insonnia, spero che te ne venga un altro stanotte così mi vieni a raccontare il finale della storia e cosa gli fai a quello che prendi per il colletto! :D

Nonna: ma sono daccordo, infatti mica ci vado ai party belenici, più facile che mi ritrovi in groppa a un orso in uno dei loro raduni! e non gli davo mica la colpa dell'aver scientemente annientato le altre categorie, le prime vittime del loro insperato successo sono proprio gli orsi secondo me. un pò come abbiamo cominciato a chiamare cocacola una qualsiasi cola o jeep un indeterminato fuoristrada, stiamo cominciando a chiamare orso chiunque si ritrovi a non essere una pseudo-belen. e questo fa male agli orsi, a belen e a tutti noi che ci ritroviamo stretti tra due (o poco di più) categorie non riconoscendoci in nulla. ormai, paradossalmente, se ci badi son rimasti solo i film porno a mantenere una vivacità di vocabolario tra i gay offrendo film del genere rude, leather, chubby, daddy, bikers, maverick, ecc. ecc. già è triste dover mutuare termini dall'inglese non avendone di nostri, almeno non facciamoli sparire tutti! se le etichette non sono belle, peggio ancora sarebbe se ce ne restasse solo una..

liquido ha detto...

beh quella al cassero è una vita che c'è.
Comunque io non vedo tutte queste categorie, alla fine anche nelle "serate orse" c'è un po' di tutto :))

Los 3novios ha detto...

Molto interessante l'analisi antropologica del post, così come l'approfondimento dei commenti.Noi qui siam tutti ancora vergini, ma ora che ci hai instillato il prurito della conoscenza cercheremo di sperimentare un bel happening a tema. Se la filosofia ursina può ridimensionare l'isterismo fashion ben venga. Alla fine meriteranno di sopravvivere le categorie autentiche, quelle cioè che hanno davvero qualcosa da esprimere per arricchire la pluralità del patrimonio umano e che vada oltre una banale questione di firme.

Massi ha detto...

3novios: interessante anche il vostro approccio "darwiniano" al post! :) vi siete spinti lì dove mi ero arrestato io: vedremo chi sopravviverà nella dura agone del dancefloor! ;)

Oscar ha detto...

certamente gli orsi non moriranno di fame, contrariamente a certe secche maledette di mia conoscenza... :-)

KrOnK ha detto...

beh non sarà un caso che l'osteria più rinomata di Bologna si chiami l'Orsa, ma lì non credo che facciano serate a tema... :P

Massi ha detto...

Oscar: eh no, proprio non c'è pericolo!

Kronk: si può sempre andare a verificare... comunque io lì non ci ho ancora mangiato, devo andarci comunque! ;)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails