Informazioni personali

La mia foto
Bologna, Italy
Ho 30-equalcosa anni, vivo a Bologna, mia città di adozione, assieme al mio compagno col quale ho messo su famiglia dall'agosto 2007 nonostante la legge non la pensi allo stesso modo. Per me questo blog rappresenta un palco virtuale da cui dar sfogo a pensieri, paure, desideri semi-inconfessabili e seghe mentali! Da qui mi aspetto la possibilità di confrontarmi con altre persone e prospettive...restate sintonizzati!

mercoledì 3 febbraio 2010

Va' dove ti porta il bus

Non possedendo un'auto, mi muovo in città solo a piedi e coi mezzi pubblici.
Per andare al lavoro la scelta è tra farmi una passeggiata di 32 minuti senza guardare le vetrine (40 in caso contrario) o saltare sul bus e mettercene 12-15 a seconda del traffico e della sfiga ai semafori. Una situazione invidiabile per moltissimi lavoratori, specie se si pensa che passeggiare per Bologna ha un indiscutibile fascino.
Epperò sono pigro e al mattino faccio fatica a carburare, per cui la scelta del bus, almeno all'andata, è quasi sempre la preferita.
Monto su e comincio a svegliarmi sul serio. L'effetto che n'è il moroso, nè il caffè della colazione sono riusciti a procurarmi me lo dà quella dozzina di minuti in cui me ne sto dritto e accorto come un lemure pronto a buttarmi di sotto alla prima fermata nel caso di...visita del controllore! Sì perchè....io non pago il biglietto. Quasi mai almeno. Le cose stanno così: applico per me stesso una zona franca della coscienza in cui i sensi di colpa per quello che faccio non scattano. Questa spacie di franchigia etica ricomprende vari casi: quando il bus tarda un tempo tale per cui da cartellone avrebbero dovuto passarne almeno tre, quando le condizioni interne del mezzo sono indegne dell'Atc dello Swaziland, quando è talmente zeppo di studenti brufolosi e vecchiette artritiche che già respirare diventa attività ardua, figurarsi farsi spazio fino all'emettitrice e, infine, quando il viaggio dura meno di 4 fermate.
Nonostante tutte le giustificazioni che do a me stesso per la mia mancanza, non vado certo fiero di quello che faccio. Infatti non faccio proselitismo su questa cosa e se lo racconto qui è solo perchè credo che il blog sia anche un pò un confessionale. E come tutti quelli che vanno a confessarsi, dichiaro il mio peccato per goderne una seconda volta, anche oralmente...
Il fatto è che ho vissuto fino ai 19 anni in una di quelle realtà bucoliche del sud Italia dal sapore antico: famigliona allargatissima, tutti i parenti e gli amici nel raggio di mezzo chilometro e, in assenza del servizio pubblico di trasporto, per andare dal punto A al punto B, piuttosto andavo con l'Ape o sul trattore accompagnato da uno dei miei 250 zii... Il bus, il tram e compagnia bella li vedevo solo ad Agosto quando si andava a passare quache settimana a Roma dai "cugini metropolitani". Insomma mi è mancata quella fase di trasgressione che deriva dal fare il portoghese che gli adolescenti vivono all'età giusta e che ora cerco di recuperare in qualche modo.
A dirla tutta però, uno che non paga sempre sempre il biglietto secondo me fa bene (lo so, ho appena scritto che su questa cosa non faccio proselitismo ma adesso, ragionando, mi vengono certe riflessioni...).
Innanzi tutto perchè, quando nel corso del 2008-2009 il prezzo del carburante è sceso ad un livello più basso di una barzelletta di Berlusconi, nessuno si è premurato di abbassare il costo del biglietto o di allungare la durata della validità dello stesso, preferendo intascarsi tutto il surplus dei guadagni senza dar nulla in cambio. Seconda considerazione: la storiella secondo la quale con 1 euro puoi riuscire a fare, nei 60 minuti di durata del biglietto, sia il viaggio di andata che quello di ritorno non mi convince per nulla. La gente prende il bus per andare a lavoro, pagare bollette, fare la spesa o recarsi a scuola, col cavolo che riesci a fare due viaggi in un'ora. Se davvero volessero favorire il verificarsi di questa cosa, allora perchè non fanno biglietti di 50 centesimi l'uno che durino 30 minuti? Apparentemente non cambia nulla. Appunto....apparentemente! Bologna non è Roma o Milano, con 30 minuti a tua disposizione arrivi ovunque, è inutile che mi allunghi la durata de 'sto cazzo di biglietto solo per giustificare l'aumento di prezzo, tanto si sa che un viaggio tipo dura 20 minuti al massimo e il resto è a tutti gli effetti tempo perso ma profumatamente pagato.










(Nelle foto: il Bait Bus... Hai voglia ad aspettarlo, non passa mai...)

41 commenti:

byb ha detto...

io se non ho il biglietto vengo colto da attacchi d'ansia irrefrenabile.

Trufete ha detto...

Ma... veramente, se tutti fanno come te è ovvio che non hanno più i soldi per pulire le vetture, per metterne di più in modo da rispettare gli orari, per contrattare personale pronto a sgomberare le vetture di pensionati e farli aspettare sui marciapiedi offredo loro delle attività ludiche finché l'ora punta è finita e così non disturbano noi poveri lavoratori.

Pier Pierlu :-) ha detto...

secondo me fai bene, io ho bigiato per anni il costo del biglietto, qui costa un euro e venti e dura 90 minuti, peccato che la frequenza delle corse costringa spesso a timbrare due volte. quando cambi linea e lo aspetti per 30 minuti certo nn ti viene voglia di timbrare un'altro biglietto per proseguire il viaggio. Quindi applico il principio dell'obiezione e fanculo l'ATM

silvio di giorgio ha detto...

visto che siamo in tema di bus quando vai a roma tieniti pronto, eccoti il vademecum anti autobus...

http://punzy.blogspot.com/2010/01/metodi-e-tecniche-di-sopravvivenza_30.html

Massi ha detto...

Byb: anche io ho scariche di ansia alternate a quelle di adrenalina. Perciò mi sveglio! :)

Trufete: secondo me il discorso del "ma se anche gli altri..." è troppo facile e però voglio condividerlo. E se anche gli altri facessero come loro??? Dal luglio 2008 il prezzo della benzina fino a quasi tutto il 2009 ha subito un tracollo. Teoricamente le compagnie dei trasporti locali hanno ricavato delle grandi economie da tutta questa situazione. Credi che il servizio per questo motivo sia migliorato/aumentato? Para nada!!! E' quando mi accorgo di essere solo un'oliva nel frantoio che scatta la ribellione in me...

Pier Pierlu: Purtroppo si fanno sempre più insistenti le voci di rincari anche qui. se lo portano a 1,20 con durata 90 minuti è la volta buona che non pago più per nulla. adesso invece do all'atc quello che mi pare un'equo emolumento: a fronte di circa 12 viaggi a settimana ne pago 4-5. se aumentano, smetto del tutto!

Silvio D&G: Grazie della segnalazione, quando capito nella capitale faccio proprio così! ;)

I'M SO GUY ha detto...

wow ke bel post!!! :) :) ...cmq se passase il BaitBus pagheresti il biglietto? O sempre gratis? :D :D

pepito ha detto...

Avevo scritto anch'io un paio d'anni fa un post a riguardo:
http://tapepito.splinder.com/post/13015032
Un bacio!!!

Massi ha detto...

Guy: immaginavo ti sarebbe piaciuto (soprattutto per le foto)!
Guarda, se passasse quello, mi voglio rovinare: faccio pure l'abbonamento! ;)

Pepito: non condivido tutto. ma che sorpresa vedere che un tempo scrivevi! hihihi

Barone ha detto...

Massi pampino cattifo, pampino molto cattifo, meriti una punizione: scegli ;-)

Più seriamente, sono d'accordo con Trufete. Mi spiace, ma al di là della benzina, che non è certo il costo primario di un servizio di trasporto pubblico, se i biglietti aumentano e non diminuiscono mai è proprio perchè molti non li pagano. Se pagassero tutti, le cose sarebbero diverse: il servizio sarebbe decisamente migliore ed il prezzo probabilmente non aumenterebbe così spesso. Troppo comodo giustificarsi dicendo "io non pago perchè non mi piace il servizio": se non ti piace il servizio...semplicemente non usufruirne (metodo che, se adottato da molti, sarebbe anche molto più efficace come boicottamento per ottenere un servizio migliore).

Oscar ha detto...

io invece ti quoto massimì!
anzi, ti sento massimì!

qua in capital city l'ATAC non è la compagnia di pubblici servizi, ma la versione locale della fabbrica dei dada-umpa: può succedere qualsiasi cosa dal momento che per incidente becchi un mezzo e ci sali sopra, fino al momento in cui sbarchi da qualche altra parte.
il biglietto lo pago solo perchè ho troppa ansia di essere esposto alla pubblica umiliazione dal controllore. in ogni caso, non mi è MAI capitato di incontrare un controllore su un bus romano..ma esisteranno?
se il viaggio è troppo breve (sui dieci minuti) non lo faccio il biglietto.

comunque, io non credo che se pagassimo sempre tutti il servizio migliorerebbe. credo che si approfittino delle necessità dei cittadini (almeno qui) per spillare soldi offrendo un servizio pessimo e ai limiti della nevrosi. infatti quando sono in una città con mezzi pubblici funzionanti, pago sempre il biglietto. anche se una volta a milano ho sbagliato il kmetraggio e m'hanno fatto la multa (me tapino!)

Massi ha detto...

Barone: a parte che se mi minacci così mi eccito, però come ho già spiegato non vedo mai in certe cose un collegamento diretto del tipo più soldi=migliore servizio. e a un certo punto pure ai santi girano le scatole di girare in condizioni spesso indecenti. la diversità di opionione sta in chi crede che questa sia l'effetto e chi invece come me pensa sia la causa del rifiuto di pagare.

Oscar: e io quoto tutto te. pure io pago sempre tutto quando sono in una città in cui i mezzi funzionano davvero. a barcellona faccio abbonamenti alla metro che poi neanche utilizzo. ma i biglietti li pago più che volentieri lì!

Svizzer8 ha detto...

Potremmo perderci ore ed ore disquisendo amabilmente sul cosa sia giusto o ingiusto dal punto di vista morale e/o commerciale...
Io penso semplicemente che la verità stia nel fatto che siamo italiani e che, volenti o nolenti, abbiamo nel sangue il virus (o il gene...lascio a voi decidere quale dei due a seconda del punto di vista) del "...se posso non pagare e tenermi in tasca i soldini perchè devo elargire?" o del "...se posso mettermi in tasca due soldini in più facendo la cresta sui costi perchè non farlo?".
A mio avviso questa è l'unica reale spiegazione... tutte le giustificazione che conseguentemente si adducono sono solo il tentativo di giustificare per l'appunto comportamenti che sarebbero illeciti e moralmente discutibili...

Svizzer8 ha detto...

....e cmq pensandoci bene proporrò un metodo anti-portoghesi all'ATC (l'azienda che cura i trasporti pubblici bolognesi) che anche tu approverai...

Siccome in quanto ad autisti maschi (le autiste femmine non lo so perchè quei bus guidati da donne per me è come se avessero un pilota automatico....scusate non è misoginia, ma deformazione professionale :D) dicevo...sicoome quanto ad autisti maschi a Bologna non siamo messi male, proporrò che sul biglietto dell'autobus acquistato dalla macchinetta in vettura venga stampato anche il numero di telefono privato dell'autista... voglio vedere se poi non lo compri!!!!!!!!

Però per par condicio direi che per rifarci degli incassi impropri che l'azienda dei trasporti pubblici ha realizzato a nostre spese (come tu facevi ben notare) i primi tre giri con gli autisti sono GRATIS...

TE GUSTA????? :D

Barone ha detto...

Massi, non so, sarà che a Milano anche i servizi pubblici che funzionano bene (e ce ne sono)risentono notevolmente del fenomeno, però mi sembra un po' il discorso del gatto che si morde la coda.

Comunque, il vero scopo del post ERA quello di eccitarti per cui, d'ora in poi, stai ancora più all'erta al mattino sull'autobus ... potresti un giorno vedere salire un "controllore" dall'accento milanese con uno strano manganello infilato nella cintura (...pampino cattifissimo...)

Massi ha detto...

Svizzer8: ma io ti propongo per il nobel per la pace! credo proprio che col tuo sistema l'atc svolterebbe davvero e pagare il biglietto non potrebbe essere cosa più lieta! :P

Barone: buahahah! e se mi chiede "concilia?" come si faceva una volta posso finalmente rispondere "col cazzo!" ;)

ZURICANO ha detto...

Massi appoggio pienamente quello che fai, non perchè lo condivida ma perchè penso che ciascuno è libero di fare e pensare quello che vuole.
Io, qui a Zurigo, non ho questo problema. Perchè nel momento in cui salgo sul tram so che devo pagare il biglietto... non mi viene nemmeno il piu' piccolo dubbio... salire sul tram significa avere il biglietto. A volte per risparmiare non faccio l'abbonamento e vado in bici... o a piedi, perchè qui altro che 1,20 €... il biglietto costa all'incirca 2,5€. è vero che si guadagna il doppio rispetto all'Italia... ma anche il costo dei servizi costano il doppio.
Il fatto è che non mi è mai venuto di non pagare il biglietto, anche quando ero in Italia. Non perchè mi sentirei insicuro nel farlo ma perchè penso che per tutto bisogna pagare, se poi il servizio non ti soddisfa allora non è detto che devi per forza usufruirne... Sei o sette anni fa, mi trovavo a Perigi nel periodo di scioperi da parte dei viaggiatori alle spese del trasporto pubblico. Per una settimana non c'è stato nessun parigino che ha preso i mezzi pubblici. I miei amici ed io insieme, facevamo 3 ore a piedi per andare in centro, 3 ore andata e 3 ore ritorno. Sembrava un emigrazione di massa ogni giorno. E nessuno ha pensato di sostituire al mezzo pubblico la propria macchina. Ecco questo penso possa accadere sono in Francia. In Italia sarebbe impossibile.
Quindi fai bene a protestare nel tuo modo... ma rimanere invisibili e confondersi nella massa che non paga il biglietto io, per quanto mi riguarda, non lo accetterei mai.

Massi ha detto...

Zuricano, grazie della stima a prescindere però io non voglio essere frainteso, non sono uno che vuole evadere, solo pago quello che mi pare equo per quello che ricevo e quindi pagare 3-4 euro a settimana mi pare in tutta coscienza più che sufficiente.

Roccia ha detto...

Per principio io penso sia giusto pagare: usi un servizio = paghi. Ma è giusto pretendere che il prezzo sia proporzionale al servizio e che il servizio sia efficace ed efficiente.
Sottoscrivo quello che dice Oscar: dubito che i soldi in più migliorerebbero il servizio. E il motivo l'ha espresso in modo cristallino Svizzer8.

Ps. dì la verità, era solo una scusa per postare la foto della pompa :)

Massi ha detto...

No Roccia, non è mia abitudine cucire un post attorno a una immagine. Ho qui una foto di Wanna Marchi senza trucco che mi implora di farlo ma per il momento ce la faccio a resistere.. :)

Oscar ha detto...

noooooooooo. io voglio la foto di wanna marchi subitooooooo!!!

:-))

comunque mi hai attratto a tradimento ad aprire il sito con la foto della pompa e mi si è aperta una foto di un paio di tette: ovvove!

pepito ha detto...

Sì, quando ero meno depressino scrivevo. Male (rileggendolo mi sono vergognato), ma scrivevo.
Ogni tanto lo faccio anche adesso.

Massi ha detto...

Oscar: l'aggiungerò alla lista delle foto da pubblicare dopo la mia versione blonde ambition. Ma scusa non conosci la strategia del bait bus?? c'è una figa (e due tette, ovvio) che attirano nel tranello un etero, lo fanno salire sul furgone, lo bendano e lui si fa fare una pompa. ma quando lo sbendano scopre che a ciucciarlo è un ragazzo! wow, big surprise, all night long..e poi se lo scopa per soldi prima di essere abbandonato sul ciglio della strada senza $. Il tutto con la stessa credibilità delle televendite di telenorba...

Pepito: ma come si fa a essere depressini con un bait bus che gira e un amico che ti dedica un sondaggio??? A PROPOSITO, HAI RISPOSTO???

Oscar ha detto...

si certo..come no. e noi siamo vergini!

Massi ha detto...

seee, lallero pè davero! come se noi non avessimo mai caricato etero sui furgoni per traviarli.. quanti calci! quella sì che era real tv! :D

I'M SO GUY ha detto...

Tu sai distinguere un fake da un originale? ... fammi sapere la tua opinione sulle foto che ho pubblicato! :) Ciau IMSOGUY.blogspot.com

pepito ha detto...

Appena votato!
Creamy, Cavalieri, Lady Oscar, Johnny, Lamù!
Davvero l'hai creato pensando a me?!

Massi ha detto...

hehehe, certo! conosco la tua passione per i comics e ho pensato che un sondaggio sui cartoni lo avresti apprezzato! :)

ANNA ha detto...

Adesso ho capito perché il mio post sull'autobus ti sembrava la scenografia di un porno.....
Ho appena finito di leggere gli ultimi tre post che mi sono persa.... e che mi sono persa!!!!! Sono indecisa se premiare quello sugli slip "truccati" o quello della sauna!!!! ^____________^ Sempre mitico sei!!! kisssssssssssssss

Tito ha detto...

Il tuo istinto meridionale proprio non riesci a perderlo eh! :P

Comunque, io ho addirittura l'abbonamento pensa un po'! E' che faccio un discorso diverso dal tuo: prima di tutto il servizio che sfrutti (e mi aggancio a Trufete per la pulizia ecc. che a Napoli però non c'è!), poi metti che tra benzina e parcheggio dovrei fare un mutuo per raggiungere il centro o la zona ospedaliera, in più la comodità che con la metro impiego metà del tempo... Insomma 1,10€ per 90 min sono benedetti!
PS. ho una grande cultura del Bait-bus!

Massi ha detto...

Anna: quanto ci sei mancata! ;)

Tito: dici che certi legami con le origini sono difficili da recidere? :)

Oscar ha detto...

sai che più ci penso, più sto bait bus mi piace?? :-)

Massi ha detto...

ecco, smetti di pensarci che sennò ce famo l'abbonamento!

Oscar ha detto...

però dobbiamo fingere di essere etero mentre camminiamo per strada. quindi lascia a casa quella stupenda pochette da sera di raso nero.

vabbè che se uno di quelli è etero io sono la reincarnazione di cleopatra

Massi ha detto...

no ma infatti! su certi tizi ti stupisci come facciano a toccare le tette della ragazza senza vomitarci sopra. sono machi quanto una gatta siamese quelli lì...

Oscar ha detto...

quanto dobbiamo aspettare per il nuovo post signorino???

Oscar ha detto...

m'hai fregato!! l'hai pubblicato mentre io ciarlavo qui!!!

Massi ha detto...

hahahah! ben ti sta! ;)

paciu ha detto...

ego te absolvo... tre ave maria e due padrenostro e da domani... continua a non pagare il biglietto!
;)

Massi ha detto...

grazie, don paciu! ;)

Marcondinondinondello ha detto...

io che pur una multa non pagata l'ho presa e con un tragitto tale e quale che nello stesso arco di tempo vedrei benissimo la prima stagione di sex and the city, leggerei le 3.724 pagine di alla ricerca del tempo perduto, oppure potrei benissimo farmi il french a piedi e mani...questo per dire, che me tocca, ahimè, fare l'abbonamento...ma non sono soddisfatto, oltretutto mai qualcuno con cui scambiare una chiaccherina...uff! ma c'è la fermata del baitbus? dove?

Massi ha detto...

Marcondinecc.: non voglio essere ipocrita, se ci fosse non lo rivelerei neanche sotto tortura! :)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails