Informazioni personali

La mia foto
Bologna, Italy
Ho 30-equalcosa anni, vivo a Bologna, mia città di adozione, assieme al mio compagno col quale ho messo su famiglia dall'agosto 2007 nonostante la legge non la pensi allo stesso modo. Per me questo blog rappresenta un palco virtuale da cui dar sfogo a pensieri, paure, desideri semi-inconfessabili e seghe mentali! Da qui mi aspetto la possibilità di confrontarmi con altre persone e prospettive...restate sintonizzati!

giovedì 7 giugno 2012

Cenerentolo

Seduti al bar, P. mi racconta delle prodezze da letto del suo pomeriggio con l'ultimo incontro da chat: pare che il premio "Il Bocchinaro 2012" abbia già un vincitore designato ai primi di giugno...gli altri si mettano la gola in pace. Che poi non sono affaracci vostri, ma quando P. è andato/venuto, ha trovato sotto casa di questo qua, quello dell'incontro successivo che aspettava il suo turno. Mito!
Neanche il tempo di finire il suo racconto che, il protagonista ne fuoriesce per incanto e ci si appalesa davanti.
"Oddio eccolo!!!", fa appena a tempo a sussurrarmi P. mentre io indico interrogativo tutti quelli della sua compagnia tranne lui (e se uno mi dice di non guardare in quella direzione è peggio).
Mi guarda. Lo guardo. Mi sorride. Io bevo.
Dopo mezzora mi sento chiamare al tavolo dello spompinatore da un tizio che conosco, C.
"Ti presento N.", mi fa, "dice che gli piaci molto...".
Provo a fare due chiacchiere di circostanza ma N. proprio non conosce usi alternativi della bocca, sicché me ne ritorno al mio tavolo coi miei amici.
N. non si dà per vinto. Lui la vita è abituato a morderla, quella sì.
Chiede il mio numero, il mio facebook, il mio profilo gayromeo a C., poi al barista amico mio e infine a P., solleticandolo con la proposta di una cosa a tre.
Dopo il bar ci spostiamo in disco. Arieccolo pure là...
Lo perdo di vista a intervalli di 10 minuti e lo ritrovo sempre piazzato dalle parti della dark. La sua camicia ha uno strano difetto: è sempre più macchiata sul petto. Proprio sotto il mento...mah.
All'alba, vedendomi andare via prova a giocare l'ultima carta. Mi afferra e mi conduce in un ballo sinuoso in cui riproduce la macarena, vogue e il tuca tuca tutti remixati pur di mettermi le mani ovunque.
Al clou di questa danza sessissima, lo fa: porta una mano dietro la mia nuca, sfiora leggero le mie labbra con la sua bocca che ha visto più cazzi in quel giorno che Sara Tommasi in una vita e mi dà la lingua in omaggio.
Nonostante in circolo io abbia più drink che globuli rossi, riesco a sottrarmi alla offerta di spompinare per interposta persona mezza Bologna, limonandolo. Che poi, se ne sento il sapore, l'amicizia con P. ne sarà compromessa...non riuscirò più a guardarlo negli occhi senza arrossire.
Mi divincolo, sorrido enigmatico e scappo verso casa.
Ma al contrario di quella sfigata che mi ha preceduto in simili occasioni, io non ho perso la scarpetta: doppio nodo alle mie adidas e via!

9 commenti:

A. Oscar Carini Coop ha detto...

spettacoloooooo!
sei proprio cinderella. uguale uguale uguale!

pepito ha detto...

quanta poesia, sono commosso!

Barone ha detto...

In amor vince chi fugge... perchè di amore si trattava, no? no?

Comunque mi pari in grandissima forma Cenerentolo, e ciò mi procura infinita gioia et gaudium! Sbaciuzzi

Pier(ef)fect ha detto...

non so, è un po' raccapricciante sapere cosa e chi era passato per quelle labbra quella sera XD

Kike ha detto...

Solidarietà a N. Perchè er cappucccio nun ce piace senza schiuma e... ogni momento è quello giusto: con crema e gusto!
E non fa'lo schizzi-noso, no?

Massi ha detto...

Oscar: zitta tu, che sennò rivelo chi è una delle sorelle stronze! :)

Pepito: appena P. mi racconta come gli è andata ieri sera, ci faccio un altro post...

Barone: appena riesco ad avere quei cinque minuti al giorno in cui riesco a pensare a qualcosa di diverso dal terremoto, sto abbastanza bene in effetti... :*

Pier: dillo a me...mi dava l'idea di baciare una cozza di scoglio vicino la foce...

Kike: teso' chi meglio di me le può capire certe raffinatezze, ma manco al mercato americano si dà via la roba così, e annamo!

Hans ha detto...

Beato te che ti puoi permettere di fare il difficile..Ciao

byb ha detto...

magari si era lavato i denti, ed usa sapientemente anche il filo interdentale.

Massi ha detto...

Hans: ah sì, tengo botta dignitosamente devo di'...

Byb: seh...magari, appunto. con tali ritmi da catena di montaggio, mi pare difficile farci stare pure lo spazzolino dentro quella bocca lì...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails