Informazioni personali

La mia foto
Bologna, Italy
Ho 30-equalcosa anni, vivo a Bologna, mia città di adozione, assieme al mio compagno col quale ho messo su famiglia dall'agosto 2007 nonostante la legge non la pensi allo stesso modo. Per me questo blog rappresenta un palco virtuale da cui dar sfogo a pensieri, paure, desideri semi-inconfessabili e seghe mentali! Da qui mi aspetto la possibilità di confrontarmi con altre persone e prospettive...restate sintonizzati!

giovedì 11 novembre 2010

A te

A te, che sei reietto senza colpa, a te che sfuggi gli sguardi e intuisci e ti arrovelli, a te che vivi beato nell'ignoranza, a te che se pure fosse, faresti una pazzia, una strage o una risata, a te che sei sempre l'ultimo a sapere, a te che è tutta colpa tua in fondo, a te che è mancata la capacità di staccare la spina quando era già tutto bell'e finito, a te che "e che sarà mai...", a te che non lo saprai mai.
Qualunque sia il tuo modo di portare le corna, oggi è la tua festa, tanti auguri!

'E ccorne

Ognuno 'e nuie nasce cu nu destino:
'a malasciorta, 'e 'vvote, va..., po' torna;
chi nasce c' 'o scartiello arreto 'e rine,
chi nasce c' 'o destino 'e purtà 'e ccorne.

Io, per esempio, nun mme metto scuorno:
che nce aggio 'a fa' si tarde ll'aggio appreso?
Penzavo: sì, aggio avuto quacche cuorno,
ma no a tal punto da sentirme offeso.

E stato aiere 'o juorno, 'a chiromante,
liggénneme cu 'a lente mmiezo 'a mano,
mm'ha ditto: «Siete stato un triste amante,
vedete questa linea comme è strana?

Questa se chiamma 'a linea del cuore,
arriva mmiezo 'o palmo e po' ritorna.
Che v'aggia di', carissimo signore;
cu chesta linea vuie tenite 'e ccorne.

Guardate st'atu segno fatto a uncino,
stu segno ormai da tutti è risaputo
ca 'o porta mmiezo 'a mano San Martino:
'o Santo prutettore d' 'e cornute ».

Sentenno sti pparole 'int' 'o cerviello
accuminciaie a ffa' mille penziere.
Mo vaco 'a casa e faccio nu maciello,
pe Ddio, aggia fà correre 'e pumpiere.

« Ma no... Chi t' 'o ffa fa'? » (na voce interna
mme suggerette). «Lieve ll'occasione.
'E ccorne ormai songhe na cosa eterna,
nun c'è che ffa', è 'a solita canzone.

'O stesso Adamo steva mparaviso,
eppure donna Eva ll'ha traduto.
Ncoppa a sti ccorne fatte 'nu surriso,
ca pure Napulione era cornuto! ».

Antonio De Curtis (Totò)

5 commenti:

Oscar ha detto...

azzz! è uscita fori la campana dormiente :-))

Barone ha detto...

A meeee? Aaaaaccccchhhiiiiiii, ma come si permette questo, chi gliel'ha data tutta questa confidenza, e poi come l'hai saputo, chi te l'ha detto, fuori in nomiiiii, fuori le proveeeeee, ma che se lanciano affermazioni così a caso nell'etere??? Ma pensa tu... ;))

Massi ha detto...

ah la coda di paglia...che brutta cosa...

Teo ha detto...

Auguriii !

Stefy ha detto...

E' vero che non era solo San Martino ieri ;-) ma quante ne sai Massi :-D

Buon weekend a te e a tutti i Goodies (GoodAsYou followers ;-))

baci! :-)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails