Informazioni personali

La mia foto
Bologna, Italy
Ho 30-equalcosa anni, vivo a Bologna, mia città di adozione, assieme al mio compagno col quale ho messo su famiglia dall'agosto 2007 nonostante la legge non la pensi allo stesso modo. Per me questo blog rappresenta un palco virtuale da cui dar sfogo a pensieri, paure, desideri semi-inconfessabili e seghe mentali! Da qui mi aspetto la possibilità di confrontarmi con altre persone e prospettive...restate sintonizzati!

martedì 5 ottobre 2010

Reportage del lunedì # 73 (edizione speciale del martedì)

Ve lo sbatto dentro senza sputo, magari vi piace:

Venerdì arriva da me "mia sorella" Giovanni e trasforma l'appartamento in una succursale della casa madre della Douglas: creme, liquidi per lenti a contatto, asciugamani Rocco Barocco, conosco il fondotinta che usa?, indestructiblegelforspecialhairlookmoisturizingnutrirepair ovunque. Mi aspetto che da un momento all'altro tiri fuori anche un lubrificante per pelli sensibili e glandi screpolati per avere in casa la versione finocchia della perfetta presentatrice Avon.
La natura ci ha fatti imperfetti e si sa. Avremmo infatti voluto fiondarci nel primo cruising ma siamo stati costretti a piegarci alla logica della nutrizione e a consumare una qualche cena in fretta e furia. Poi, liberi e belli, andiamo a far numero al Bart. Poca gente (il lungo weekend col lunedì festivo per celebrare il santo patrono deve aver svuotato un pò la città. Anche se, grazie a noi, Bologna è stata così puttana che è meglio parlare di santo protettore...) ma con un paio di punte di diamante, una delle quali è ovviamente diventata un solitario per la collezione di De Beers di mia sorella.
Spettacolo di strip che non ha raggiunto la sufficienza: i due gogo boys erano gravemente impreparati di fronte alle nostre sbirciate interrogatorie e all'esame...tattile...ha trovato conferma la nostra impressione di totale mancanza di sviluppo del tema centrale del compito. Bocciati.
Tra i vari pompini multipli e spagnole tra le chiappe che ormai non impressionano più nessuno nel sotterraneo del bar, finalmente una prima visione per me: un tizio si è denudato completamente, ha indossato una maschera di pelle senza neanche i buchi per gli occhi, si è sdraiato sulla grata del pisciatoio a pavimento e, con la scritta WC che campeggiava sul petto si è fatto usare come latrina da tutti i volontari. Ributtante ma non è facile staccare gli occhi.

Sabato, dopo una spesa, due faccende domestiche e tre chiacchiere col cinese non vedevamo l'ora di fare quattro salti in disco (ma quanto fa ottantenne dire "fare quattro salti"?!?). Red Club as usual.
L'amicizia col cubista del locale, visto che di sesso manco a parlarne, mi porta almeno questo di buono: una drink card omaggio ogni volta che mi vede. Io vado di stomaco già con un Cuba Libre che non sia almeno al 75% di Coca Cola e 20% di ghiaccio, figurarsi quindi come stavo quando sabato ci ha regalato due card! Alle tre mi dimenavo in pista come quel tarantolato di Don Lurio quando ballava Testaspalla, alle quattro ero come Don Lurio quel mattino che si è svegliato morto, abbracciato a un albero in giardino per non cadere esanime con la faccia nel prato inglese...
Con la chiusura delle piscine, jacuzzi e tutto l'ambaradam estivo son tornate in gran rispolvero le due megadark, così che le altezzose palestrate hanno potuto riprendere il loro sport preferito dopo l'ingurgito della creatina: snobbare i comuni mortali fino a mezz'ora prima della chiusura per poi scendere di sotto e spompinare pure il nonno di Matusalemme. Contente loro, le snobbette pompate.

Domenica, nonostante il ritorno alle ore piccole (ma quanto fa novantenne dire "fare le ore piccole"?!?), alle dieci già spignattavo per preparare lasagne al forno alla terrona per pranzo e gattò di patate da portare alla festa di compleanno di Pablo alla sera. Dopo il parco pranzo abbiamo comunque deciso di chiudere il puttan tour con un sei ore di sauna che era un mese che mancavo e il proprietario e aveva affisso i manifesti Missing! in bacheca.
Io non so se avevano diffuso la notizia che i Maya s'erano sbagliati e che la fine del mondo era in realtà quella sera stessa dopo l'edizione di Studio Aperto, sta di fatto che così tanta azione non l'avevo proprio mai vista!
Recuperato il tempo perso con un paio (leggasi sei) di spettacolini ad hoc che mi hanno valso il titolo del Peggio Troione della jacuzzi, ci siam congedati con la solita eleganza e disinvoltura, subito dopo l'ingozzata al buffet, con una tartina al salame ancora infilzata tra i canini e uno sbuffo di maionese sull'asciugamano.
Toh, non è maionese!

21 commenti:

Barone ha detto...

Quando si dice ricaricare le pile... o scaricare le ppp... pile, le pile, che avevi capito!
Comunque,
- io rispetto i gusti e la libertà di tutti, ma quale godimento si possa provare ad impersonare un vespasiano proprio non lo capisco! Passiamo tutta la vita a tentare di non sembrare dei cessi e poi... bah. Sarà che tutte le attitudini e le pratiche così passive sono lontane anni luce dal mio modo di essere, che proprio non me ne capacito!
- il riferimento a Don Lurio non è che giochi proprio a tuo favore eh? Un po' per l'età che denunci (...e qualche cosa anni...), un po' per i gusti che denunci (...ormai sei proprio un capofila del MOIGE): del resto, pensandoci bene, Don Lurio è proprio alla tua ... altezza (buahahahaha), ahem, OK mi ricompongo (kiedo zcuza);
- ecco, te lo devo proprio dire, tu non hai idea di quanto mi ingrifa l'immagine di te che spignatti in cucina... ma sotto il grembiule cosa indossavi eh? Cosa? E comunque, se l'effetto delle tue lasagne terrone è quello descritto VOGLIO LA RICETTA, ed in fretta per cortesia, che ho giusto gente a cena!!!

Oscar ha detto...

sei sempre tanto taaaaaanto signora, non c'è niente da fa!!

marò, ma bologna è peggio di berlino!
messaggio per il mio fiancè: amòòòòò, che te scoccia se cambiamo quei bietti pe annà a san francisco co du bietti de treno pe bologna?

ma comunque, per fare una spagnola non ci volevano due tette? haa, non erano tette quelle?

Massi ha detto...

Barone: mah, un pissing appena accennato mica mi dispiace, può essere intrigante... ma tra quello e sdraiarsi in terra nella pozza di piscio...mon dieu!
la ricetta delle lasagne alla terrona morirà con me!!! ;)

Oscar: ma figurati, è una città tranquillissima, pure troppo. è sapere dove andare e con chi andare il trucco :) eddai vieniiiii

Francesco Eftapelagos ha detto...

cavolo... il tipo che si faceva pisciare al bart aveva più di 40 anni ed aveva una pronunciata pancetta? se si, ho idea di averlo già visto li, in due occasioni: la prima, uguale a come hai descritto tu, la seconda, aveva un imbuto ficcato nel buco del c...
comunque non vado più li da quasi un anno, quando uno che stavo scopando mi chiese di picchiarlo...
all'inizio ci rimasi un pà male... poi lo gonfiai di legnate! Daltronde me lo aveva chiesto lui ed io avevo una settimanas di merda da sfogare... la cosa buffa fu che mi chiese di non lasciargli segni... sul collo!!!
Al momento non ne frequento più dei questi locali... sto cercando di far funzionare una "pre-relazione" che è anche il mio ultimo tentativo di attirare cupido... se va male anche questa volta, io con l'amore ho chiuso!
Fai bene a non divulgare la tua ricetta delle lasagne alla terrona... anche le mie ricette dei primi e dei secondi piatti, moriranno con me... :-p

Massi ha detto...

oddio, non volevo andarci più ma adesso devo tornarci per vederlo assolutamente in versione damigiana di piscio! :)

Oscar ha detto...

tesò, io ci vengo con piacere a trovarti, però sia chiaro io non picchio nessuno!

Massi ha detto...

un pacifista del materasso, ecco cosa sei! ;)

Oscar ha detto...

si.. ribaltabile. nel senso che me ribalto a terra

Massi ha detto...

ma non interveniamo neanche se vediamo francesco che picchia uno che gliel'ha chiesto? :D difendiamo il poverino almeno! hihihi

Oscar ha detto...

mi sa che finisce che ci mena il menato che voleva essere gorcato.. poi inciampiamo, finiamo sulla grata e prima di poter dire bah ci ritroviamo in versione cesso pubblico!

Barone ha detto...

E quello lo piscia, e l'altro lo mena, e uno lo materassa, e l'altro lo ribalta, e chi lo vuole difendere, e chi lo vuole menare, e chi se fa menare... nun ve posso lascià soli una mattinata che state già a fà un casino (e il termine non è usato a caso...)!!!

Massi ha detto...

Oscar: sono i rischi del mestiere di eroe, non puoi non accettarli! :)

Barò: così t'impari a non far parte della combriccola, toh!

Barone ha detto...

SGRUNT!!! Nun se fa così, nun se...

Massi ha detto...

quando sei arrabbiato hai un certo non so che... :D

Barone ha detto...

Vuoi dire che lo fai apposta? Mmmmmmmmmassi goloso!
Che sia per una sorta di imprinting?... in fondo se ben ricordo ho attirato la tua attenzione vestito da controllore kattifissimo con tanto di manganello punitivo "speciale"...

Massi ha detto...

hahaha, attento che se te lo sfilo il manganello ti do tante di quelle legnate che te lo faccio piacere pure a te di essere bastonato! ;)

Barone ha detto...

Non mi tentare...;D

Francesco Eftapelagos ha detto...

@ Barone: se ti piace essere gonfiato di legnate, ci sono io, non c'è che da chiedere!

@ Oscar: meno solo se richiesto... in genere sono molto dolce e passionale a letto, quindi si comincia con 4 bacini, poi quando hai finito con me, sarai ancora nudo a vagare per strada a farmi gli applausi! :-p

@ Massi: scusa il ritardo... dici avrò un pò esagerato con Oscar???

Oscar ha detto...

hehehe. sarei proprio curioso di sapere per cosa potrei applaudire. ma soprattutto perchè dovrei vagare nudo? spero non abbia a che fare con brutte botte in testa..

Francesco Eftapelagos ha detto...

Oscar, modestamente... ci so fare a letto! ;-)

Oscar ha detto...

non lo metto in dubbio! buon per te e per chi ne gode :-)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails